1. Terza pagina

Bojack Horseman e i disagi dell’uomo contemporaneo

Bojack Horseman è una celebre serie televisiva animata targata Netflix realizzata nell’ottobre del 2015 e conclusa il 31 gennaio scorso. La serie, disegnata dalla fumettista Lina Hanawalt, narra le vicende dell’omonimo protagonista, che, come si può intuire, ha sembianze umane ed equine. La storia è ambientata in una Hollywood dove convivono animali antropomorfi e uomini. Bojack era stato il protagonista di una celebre sitcom degli anni ‘90 intitolata Horsin’ Around, in cui adottava tre orfani. Negli anni successivi, concluso lo show, non è però riuscito a mantenere la propria fama: rimane quindi legato alla sua unica opera di successo, tanto che essa diventa per lui una vera e propria ossessione. Bojack, infatti, triste e deluso dalla propria vita, si consola guardando continuamente gli episodi di Horsin’ Around. Comincia a compiere svariati tentativi per tentare di tornare un personaggio di rilievo nella spietata scena di Hollywood. Desideroso dunque di recuperare la fama perduta, decide di affidare la scrittura della sua autobiografia alla ghostwriter Diane Nguyen, moglie dell’attore Mr. Peanutbutter, un labrador giallo, sua nemesi. A circondare il protagonista compaiono inoltre l’esuberante coinquilino Todd e la manager Princess Carolyne.

Nonostante gli infiniti tentativi, Bojack non riesce a imporsi come attore e come celebrità. Ha inoltre serie difficoltà nelle relazioni umane: crede di essere il motivo per cui tutti coloro che gli stanno attorno sono tristi. Per questi motivi cade in un circolo di depressione e abuso di alcol e droghe. Molti flashback all’interno della serie spiegano i motivi per cui il protagonista sia divenuto egoista e pieno di sé e la causa di questi comportamenti risulta appunto la sua infanzia difficile. La causa dei suoi disturbi viene individuata nelle sue figure genitoriali, che gli infliggono molti maltrattamenti.

I temi principali di questa serie sono dunque la solitudine, la depressione e l’autodistruzione. Nonostante i numerosi elementi irrealistici (o forse proprio grazie a questi), essa raffigura appieno il nostro mondo e la sua evoluzione e, attraverso situazioni comiche e drammatiche, rappresenta i pregi e difetti della nostra società. Bojack, con il suo aspetto equino, costituisce tuttavia la personificazione dei disagi che tutti gli esseri umani vivono.

Collaboratore
Comments to: Bojack Horseman e i disagi dell’uomo contemporaneo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.