1. Fuori di qui

La depressione, malattia del secolo ?

La depressione interessa oggi 350 milioni di persone e causa 850 mila morti ogni anno. Secondo l’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, nel 2020 essa costituirà la seconda causa di disabilità lavorativa, alle spalle delle malattie cardiovascolari. Le statistiche riportano che le vittime di questo disturbo sono 10-15% della popolazione mondiale. La depressione è due volte più frequente nelle femmine, adolescenti o adulte, rispetto ai coetanei maschi. Sotto stretta necessità, gli psicofarmaci e gli antidepressivi sono ottime cure che aiutano il controllo degli stati d’animo. D’altro canto, il farmaco è usato sovente e sempre più generalmente come via di fuga da stati emotivi forti e negativi che si ha paura di affrontare o che semplicemente si sente di non saper gestire. Spesso la depressione è direttamente collegata all’autolesionismo, ovvero il danneggiamento volontario del proprio corpo da parte di soggetti afflitti da disturbi dell’umore o dell’ansia. L’autolesionismo colpisce, come la depressione, soprattutto adolescenti o giovani, con un impatto del 15-20%. Con l’insorgere dell’età adulta la percentuale scende intorno al 6%. La depressione viene inoltre associata comunemente all’abuso di sostanze, soprattutto l’alcol. L’abuso di alcol o la dipendenza da esso stesso agisce solitamente in parallelo a un disturbo psichico. Ciò avviene perché gli individui disturbati ricercano il conforto generato dall’alcol, che innesca un ciclo costante e ripetitivo di sbalzi d’umore indotti volontariamente. In alcuni casi, il consumo di alcol può essere utilizzato come cura per l’insonnia, che è costituisce d’altronde un sintomo della depressione. In diverse occasioni, invece, è l’abuso stesso di alcol a procurare disturbi dell’umore in un individuo. Nel rispetto di ogni singola vicenda personale, benché l’assunzione dei farmaci sia in molti casi consigliabile, talvolta risulta necessario, piuttosto, esplorare e vivere direttamente il proprio dolore: per superare le paure è essenziale avere il coraggio di entrare anche in situazioni spaventose.

Collaboratore
Comments to: La depressione, malattia del secolo ?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.